Insieme è bello

Covid-19 – Protocollo unico di raccordo per la Scuola dell’Infanzia

Carissime bambine e bambini, noi maestre della Scuola dell’Infanzia per starvi sempre più vicino e dimostrarvi il nostro affetto in questo momento un po’ strano, abbiamo pensato di mandarvi un messaggio speciale:

La nostra scuola è vuota senza di voi, ci mancano tanto i vostri sorrisi, i vostri giochi e le vostre chiacchiere che riempivano ogni giorno il nostro cuore. Allora abbiamo deciso che sarebbe bello, al vostro rientro, appendere tutti i disegni che state facendo adesso a casa con i vostri genitori. Noi insegnanti ci metteremo in contatto con le vostre famiglie, così per questo periodo un pochino strambo non ci perderemo di vista!!! Quindi armatevi di colori a vostro piacimento e mettiamoci subito all’opera…

Vi aspettiamo presto!!!

Nei prossimi giorni ci divertiremo a raccontarvi e suggerirvi storie e link, svolgere giochi e attività divertenti. Le famiglie potranno collegarsi al sito della scuola dove troveranno tutto ciò che potete fare a casa…”

Attività e storie da leggere

Ma che comodità se la lezione salterò c’è chi mi aiuterà

scaricando troverò tutto quel che servirà

per seguire ancora un po’ le lezioni sul sofà.

https://www.youtube.com/watch?v=3dTz9V72ZH0
www.lezionisulsofa.it
www.ilgufoboo.com
www.raffelloscuola.it/studio-a-casa-infanzia

Link per genitori

https://paroleostili.it/il-manifesto-della-comunicazione-non-ostile-per-l-infanzia/

 

10 principi ispirati al Manifesto della comunicazione non ostile e dedicati al mondo dei piccolissimi (dai 3 ai 6 anni). Nasce con l’obiettivo di diventare uno strumento per genitori ed educatori utile per cominciare da subito a spiegare ai bambini il corretto utilizzo degli strumenti digitali, proprio durante gli anni in cui iniziano i primi approcci ai dispositivi mobili. Illustrato da Nicoletta Costa, ideatrice di Giulio Coniglio, e scritto da Anna Sarfatti.

 

https://www.valigiablu.it/educazione-digitale-bambini/

 

Articolo sul perché dobbiamo insegnare ai bambini come stare online

 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/02/29/coronavirus-i-consigli-degli-esperti-per-spiegarlo-ai-bambini-senza-spaventarli-dare-loro-le-regole-essenziali-infondendo-fiducia/5718233/

 

Coronavirus, i consigli degli esperti per spiegarlo ai bambini senza spaventarli: “Dare loro le regole essenziali infondendo fiducia”

 

https://www.milanoperibambini.it/rubriche/succede-in-citta/3620-per-spiegare-il-virus-ai-bambini-servono-gli-alberi-di-bruno-munari.html?fbclid=IwAR26UqUwpOCg8qSQEJPdWbkm

 

Grazie a un bell’articolo di Paolo Giordano uscito in questi giorni sul Corriere della Sera, abbiamo capito che la matematica è una buona amica, che può perfino aiutarci a comprendere come si diffondono i virus e a spiegarne serenamente il funzionamento ai bambini.

 

http://serviziomarconi.istruzioneer.gov.it/2020/03/06/e-la-scuola-dellinfanzia-in-tempo-di-forzata-distanza/

 

spunti per la scuola dell’infanzia in una situazione di emergenza

Attività

I nostri video

NEW VIDEO
L’ape capricciosa
NEW VIDEO
Il seme
VIDEO La favola del Colibrì
 VIDEO La storia di Pezzettino
 VIDEO Il lupo che voleva la festa di compleanno
 VIDEO Le quattro candele
 VIDEO L’omino di Giorgio
 VIDEO
Ruby
  VIDEO Il lupo che voleva cambiare colore
VIDEO Il mio colore
VIDEO I fiori magici

 

Cosa sapete di questo virus così antipatico? Vi andrebbe di disegnarlo? Se non lo conoscete alcuni bambini e maestre hanno provato a spiegarlo con dei video divertenti che potete guardare:

Materiale video dal web

 

http://www.baby-flash.com/wordpress/

 

 

la storia del virus corona

https://www.youtube.com/watch?v=ZwKHozJOd_E dobbiamo lavar le mani!!
https://www.youtube.com/watch?v=ttfyyQGdZFg il coronavirus spiegato dai bambini

 

https://www.youtube.com/watch?v=_ovH51VhesI Coronavirus, la quarantena spiegata ai bambini: perché non uscire di casa li trasforma in supereroi

 

https://youtu.be/vR9RsyP6bnA

https://youtu.be/MLLezJQWGsA

https://youtu.be/Vs3D1UNnQJY

https://youtu.be/AsXYj2xq3VU

https://youtu.be/BcRO7jG3MuQ

https://youtu.be/Oo3LkmFL2XU

https://youtu.be/gYNuSI7l2Uw

https://youtu.be/QdcVmyGhaUk

 

Video di letture ad alta voce curate dai lettori volontari del Festival della letteratura Bimbi a bordo di Guspini…una storia al giorno leva la noia di torno…

 

 

 

 

Giochi da fare in casa

  1. La Favola a sorpresa:

E’ un gioco divertente per i bambini e per gli adulti.

Il gioco può svolgersi in qualsiasi stanza, a seconda del numero dei partecipanti puoi scegliere quella più adatta. Si sta tutti seduti in cerchio, puoi utilizzare delle sedie ma anche un bel tappeto colorato da mettere a terra su cui far stare te e tutti i bambini attorno. Il fulcro di tutto il gioco è il racconto di una storia. Se hai molta fantasia ne puoi inventare una al momento o scriverne una prima di iniziare il gioco, altrimenti, puoi anche leggerne una da un libro. Il risultato non cambia.

Inizia a raccontare la tua storia, i bambini ti seguiranno con attenzione. Il trucco sta nel coinvolgere i bambini e renderli partecipi della storia. Come? Fa’ imitare loro i personaggi, fagli descrivere l’abbigliamento e l’espressione che potrebbero avere, fagli raccontare come se li immaginano, fagli imitare le espressioni dei personaggi. Se ci sono degli animali, fai ripetere a loro il verso corrispondente. Vedrai le risate che si faranno!

2 – Indovina cosa c’è nella scatola: giochi per bambini da fare in casa in gruppo

Quello che ti mostro adesso è un gioco che puoi organizzare in poco tempo e che stimola tantissimo la memoria del bambino. Come dice il nome stesso, lo scopo del gioco è quello di cercare di indovinare i diversi oggetti che hai precedentemente nascosti all’interno di una scatola di cartone. Ma vediamo come prepararlo. Prendi una scatola di cartone o di plastica, l’importante è che non sia trasparente, e nascondi tutta una serie di oggetti di uso quotidiano all’interno.

Puoi metterci della frutta come mele, arance e banane, delle candele, un libro, delle matite, il tubetto della colla, un fermaglio per capelli, una borsetta, una bambola come la barbie o un supereroe… insomma, le idee sono tante. Fai un giro per casa e prendi degli oggetti che i bambini conoscono e mettili nella scatola.

Una volta nascosti tutti gli oggetti sarà il turno dei bambini. Ad uno ad uno si avvicineranno alla scatola e, mettendo la mano dentro, afferreranno un oggetto e dovranno cercare di indovinare cos’è. E’ molto importante che non guardino o sbricino all’interno e che non escano l’oggetto fuori dalla scatola. Potranno farlo solo dopo averlo riconosciuto.

Se ne hai la possibilità puoi praticare due fori nella parte alta della scatola lasciando solo lo spazio per l’inserimento del braccio così da tenere la scatola sempre chiusa. Appena il bambino avrà dato un nome all’oggetto misterioso sarà possibile toglierlo dalla scatola e verificare se ha indovinato o meno. 3 – La pasta di sale o la plastilina: giochi per bambini da fare in casa quando piove

3 – La pasta di sale o la plastilina:

I giochi manuali, in generale, sono quelli che preferisco perchè permettono a ciascun bambino di fare esercizi di manipolazione mentre giocano danno sfogo alla propria creatività, stimolano l’ immaginazione senza smettere di giocare. Ma di cosa stiamo parlando di preciso? Hai mai sentito il detto metter le mani in pasta?

Cosa puoi utilizzare: Se anche a te piace metter le mani in pasta puoi preparare della colorata pasta di sale o semplicemente impastare acqua e farina che sicuramente avrai in casa.

Ingredienti:

  • 1 tazza di sale fino
  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza d’acqua tiepida

Preparazione:

  1. Mescolare prima gli ingredienti secchi.
  2. Aggiungere acqua impastando bene fino a che non si ottiene un composto omogeneo, se necessario potete aggiungere un po’ più di farina o di acqua a seconda che sia troppo morbida e appiccicosa o invece secca.
  3. A questo punto potete colorare la pasta di sale con ingredienti naturali: curcuma, cacao, caffè o i coloranti alimentari. L’alternativa è colorare i lavoretti che avete realizzato una volta ultimati con dei colori acrilico o acquarelli.

Adesso che la pasta modellante è pronta i bambini possono iniziare a sporcar…ehm.. a modellare ciò che più preferiscono. Non occorrono altri strumenti per modellare oltre le loro mani. Devono acquisire dimestichezza e devono sperimentare, questo è fondamentale.

4 – Il tesoro nascosto nel palloncino

Se non sempre riesci a farti ascoltare dai bambini quando lo vuoi tu, una soluzione semplice e pratica è quella di far fare loro un gioco che abbia una ricompensa finale. I bambini saranno più propensi a seguirti ed a provare il gioco che gli proporrai proprio  per conquistare il premio finale.

Sto parlando del gioco : Il tesoro nascosto nel palloncino.

E’ facile da organizzare, non sporca e lo puoi improvvisare nei momenti più disparati.

Innanzitutto devi scegliere degli oggetti da regalare ai bambini come premi finali e devi sceglierli di piccole dimensioni, questo perché dovrai inserirli all’interno di palloncini di gomma coloratissimi che verranno gonfiati. Una volta pronti tutti i palloncini dovrai disporli per le varie stanze della casa (o solo in alcune) in modo da poter essere ricercati e trovati dai bambini. Non sapendo dove hai nascosto il palloncino , questo gioco per loro , sarà una vera e propria caccia al tesoro. Ogni bambino sarà munito di un oggetto con il quale potrà scoppiare il palloncino, naturalmente sarà un oggetto adatto allo scopo che ritieni utile e non pericoloso. Decidi tu in base anche all’età dei bambini.

Quando tutto è pronto i bambini saranno lasciati liberi di girare per casa o nelle stanze che hai dedicato al gioco, per cercare i palloncini, scoppiarli e recuperare il regalo all’interno. Se sceglierai di mettere dei piccoli giochi all’interno dei palloncini, i bambini avranno ulteriori giochi da fare.

 

5 –Il gioco di Kim

Descrizione del gioco: materiali, partecipanti, dinamica

Il gioco di Kim è quello descritto da R. Kipling nell’omonimo libro: si dispongono su un piano una serie di oggetti, che possono essere di numero esiguo (4-5) o elevato (15-20), formare un insieme coerente e/o tematico o essere scelti a caso, possono variare di numero, colore, forma, comunque di dimensioni non troppo ingombranti. Si può giocare con un solo partecipante, a coppia o in gruppo.

Viene chiesto al partecipante / ai partecipanti di osservare bene gli oggetti, perché poi dovranno ricordarne quanti più possibile. Si dà un congruo tempo di osservazione, che diminuisce via via le abilità dei partecipanti si raffinano. Gli oggetti vengono coperti da un telo o da un pezzo di carta abbastanza ampio.

Si procede quindi alla “gara di ricordo”, che può essere svolta in diversi modi a seconda dei prerequisiti di letto-scrittura posseduti dai bambini:

  • Si può verificare chi ricorda più oggetti in modo orale;
  • Si può dare il tempo ai bambini di disegnare quanti più oggetti possibile;
  • Si può far cercare nella stanza oggetti uguali o dello stesso tipo;
  • Si può far scrivere la lista degli oggetti;

Vince chi ricorda più oggetti.

 

Attività e giochi da proporre

Ciao bambini come state? Noi vi pensiamo sempre, ci mancate tanto. Vorremmo starvi vicino e così abbiamo pensato a dei giochi divertenti da fare a casa. Speriamo che vi piacciano.

 

-CACCIA AI NUMERI

Ciao bambini!!! Oggi vi proponiamo un gioco divertente “CACCIA AI NUMERI”. Nelle vostre case ci sono dei numeri nascosti, sono ovunque, guardate in cucina, in soggiorno, in camera da letto, in bagno, cercateli con attenzione, i numeri si nascondono negli oggetti, trovateli insieme ai vostri genitori o ai vostri fratelli o sorelle. Vediamo chi ne trova di più. Alla fine del gioco potete disegnare su un foglio gli oggetti in cui erano nascosti. Conservate i disegni così potremo vederli insieme quando ritorneremo a scuola. Un abbraccio a tutti. Ci sentiamo tra qualche giorno con altri giochi divertenti.

 

-CACCIA ALLE FORME

Ecco un altro gioco divertente, si chiama “CACCIA ALLE FORME”. La vostra casa è invasa da tanti oggetti che hanno tante forme diverse:

Oggi cercate le cose rotonde, quelle che hanno la forma del cerchio. Sapete trovarle? Guardate che sono nascoste davvero bene, eh! Forza, cercatele! Se volete potete anche disegnare gli oggetti che avete trovato e colorarli con i pennarelli, pastelli, tempere, con quello che avete a disposizione. Conservate i disegni sempre, cosi potremo guardarli insieme quando rientreremo a scuola.

Nei prossimi giorni potete organizzare la “caccia ai quadrati”, la “caccia ai rettangoli” ed infine la “caccia ai triangoli”.

 

-QUADRATO O RETTANGOLO?

Ciao bambini ecco un altro gioco…Osservate bene il pavimento delle vostre case, ci piacerebbe sapere che forma hanno le mattonelle, quadrato o rettangolo? Ricordate una cosa importante, il quadrato e il rettangolo hanno 4 lati, i lati del quadrato sono tutti uguali, hanno la stessa lunghezza, il rettangolo invece ne ha 2 lunghi e 2 corti. Scegliete una mattonella, per sapere che forma ha dovete misurare i lati, come? Il modo più semplice è misurarli con il metro, ma ci sono tanti altri modi per poterli misurare,  con un po’ di fantasia potete

 

COS’ALTRO SI PUÒ FARE INSIEME AI GENITORI….

  1. Puoi piantare su del cotone fagioli, ceci, lenticchie o grano prendertene cura ed osservare la crescita delle piantine
  2. Puoi allenarti a ritagliare immagini da riviste, volantini o giornali e comporre dei coloratissimi collage,
  3. Puoi imparare ad allacciare fiocchi, lacci e spaghi
  4. Creare un piccolo dono per il papà visto che tra poche giorni sarà la sua festa
  5. Potresti anche provare ad immaginarti alla scuola primaria quando a settembre andrai alle scuole elementari

 

torna all'inizio del contenuto